Siti
Il meglio del Web
Siti Piazze Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio
Web Links


Antinfluenzale
Il sito è una guida pratica per riconoscere i sintomi e le cause dell'influenza al fine di adottare i rimedi ed i farmaci più idonei ad ogni necessità.
-
Intolleranze Alimentari
Le Intolleranze Alimentari: i Sintomi, la Diagnosi, le Cure ed un approfondimento particolare sull'intolleranza al lattosio.
-
Cura dei Capelli
Cura dei capelli.it è il sito in cui trovare consigli pratici per la bellezza e la salute dei capelli e del cuoio capelluto.
-
Trattamenti Estetici
Il sito dedicato ai trattamenti estetici, con tante informazioni e consigli per essere sempre impeccabili!


LE ALLERGIE

L'Allergia

La parola allergia significa letteralmente "reazione diversa", infatti le allergie sono il risultato di una risposta anomala ed eccessiva del sistema immunitario nei confronti degli allergeni, cioè svariate sostanze esterne quali muffe, pollini, polvere, acari, insetti e ovviamente alcuni alimenti.

Dove

Dal punto di vista epidemiologico le allergie sono tra le più diffuse malattie croniche e sempre in continuo aumento. Pensate che per l'Organizzazione Mondiale della Sanità in Italia l'asma, le riniti allergiche e tutte le malattie correlate colpiscono il 10/20% della popolazione. Questo aumento è probabilmente causato dal miglioramento delle condizioni igieniche, infatti, anche grazie ai vaccini, si sono avute forti riduzioni delle manifestazioni infettive e parassitarie. Ciò ha purtroppo amplificato le allergie, perchè le difese immunitarie non dovendo più combattere parassiti, batteri e virus, si orientano verso le ora più diffuse fonti di antigeni (acari, polveri e pollini).

L'inquinamento ambientale, il fumo di sigaretta, il riscaldamento, i gas di combustione delle cucine, e addirittura le sostanze rilasciate da animali domestici e da insetti, sono pertanto i maggiori "provocatori" di reazioni allergiche.

La terapia delle malattie allergiche si ottiene mediante appositi test allergometrici che consentono l'individuazione della sostanza alla quale il soggetto è sensibile. L'allergometria è, come noto, l'indagine diagnostica delle malattie allergiche che si attua mettendo a contatto con la pelle del paziente le sostanze sospette per vedere se si manifestano episodi di ipersensibilità quali edema, arrossamenti o comparsa di vescicole.

Questi i test più utilizzati:

  • Test cutanei: viene fatto penetrare nell'epidermide l'allergene mediante micropunture
  • Test percutanei: si depone sulla cute il materiale antigenico e si massaggia la cute stessa
  • Test epicutanei: l'allergene viene applicato alla cute mediante un cerotto
  • Test intradermici: l'allergene viene iniettato nel derma
  • Test sul sangue: si effettua una ricerca diretta delle IGE totali

Una volta individuata la sostanza (o le sostanze) occorrerà allontanare il soggetto dal contatto con l'allergene specifico e instaurare un trattamento desensibilizzante con diverse modalità. Purtroppo però frequantemente non è possibile individuare l'allergene e allora la terapia non potrà essere specifica, ma sarà diretta a contrastare i sintomi attraverso antistaminici, sedativi o cortisonici.

Se il vostro medico vi permette di usare l'antistaminico a vendita libera può essere un metodo economico per darvi sollievo. Molti credono che questo medicinale sia un rimedio istantaneo per risolvere problemi quali rossore agli occhi o lo starnutire. Non bisogna aspettare ad assumere il medicinale quando l'allergia è avanzata perchè non si avrebbero gli effetti sperati. Per ottenere il massimo beneficio nel caso di una banale febbre da fieno, occorrerà per esempio prendere l'antistaminico una settimana o due prima che inizi il periodo delle allergie. 

Il Dottor Miles Weinberger, direttore di Pediatric Allergy and Pulmonary Division dell'Università dello Iowa Hospital and Clinic di Iowa City, raccomanda di usare un antistaminico che contenga chlopheniramine maleate rintracciabile in molti preparati a vendita libera. Potete così risolvere i sintomi dello starnutire, del prurito, degli occhi che bruciano e del naso che cola.

Gli antistaminici hanno quindi un effetto migliore quando sono usati come medicina preventiva.

Un ultimo consiglio per coloro che hanno allergia da animali e sanno che verranno a contatto con gatti o cani: prendere l'antistaminico fino a 14 giorni prima.

 

 

 

 

Navigare Facile
allergiealimentari.it

Come responsabili di vari sintomi, dalle eruzioni cutanee alle emicranie, sono state prese in causa ormai tutte le categorie di alimenti. I disturbi in questione possono derivare da intolleranze fisiologiche, psicologiche o appunto da allergie.
Argomenti

INTOLLERANZE NEI BAMBINI
LE ALLERGIE
ALCUNI RIMEDI
SHOCK ANAFILATTICO